Il Centro Pastorale “Santa Giulia” è una struttura nel cuore delle Dolomiti, a Canale d’Agordo, provincia di Belluno. Ad un’altezza di 1000 metri s.l.m. è in una posizione ottimale e panoramica, un ambiente ideale per trascorrere una parentesi di tranquillità.

La casa è in posizione semi-periferica, ma vicina al centro del paese (circa 500 metri dalla piazza e dalla chiesa). Il paese, pur essendo di modeste dimensioni, può sorprendere per la ricchissima offerta di angoli da vedere e visitare, per i negozi di souvenir, alimentari o per ristoranti e pizzerie decisamente tipiche … o per l’incredibile quantità di fontane di acqua potabile presenti.

La casa dispone di 23 camere, doppie, triple o quadruple.

La struttura è dotata di qualsiasi comfort, servizi per disabili, cucina attrezzata, sala da pranzo, bar interno, sala tv, parcheggio privato, spazio esterno e cappella.

La Val Garès è molto tranquilla, perché lontana dal traffico.

Tariffa A:

gruppi ( a persona) estate inverno
diocesani Livorno < 25 persone 10 € 20 €
extra diocesi < 25 persone 15 € 25 €
la quota COMPRENDE le spese di luce e acqua e riscaldamento in inverno

 Tariffa B:

gruppi estate inverno
diocesani Livorno – metà struttura 250 € 500 €
diocesani Livorno – struttura intera 400 € 800 €
extra diocesi- struttura intera 400 € 600 €
extra-diocesi – struttura intera 650 € 1.000 €
la quota COMPRENDE le spese di luce e acqua e riscaldamento in inverno

 

Per gruppi si intendono minimo 15 partecipanti, o comunque l’offerta minima al giorno per l’uso della casa (ambienti, cucina, camere etc…) è:
150,00 (per i mesi da Maggio a Settembre)
225,00 (per i mesi da Ottobre ad Aprile) per gruppi diocesani

Oppure per realtà ecclesiali non appartenenti alla diocesi di Livorno
240,00 (per i mesi Maggio a Settembre)

375,00 (per i mesi da Ottobre a Aprile)

Per “metà struttura” si intende la parte denominata “Ala SUD” e il piano terra (servizi). La “metà struttura” è indicata per gruppi di circa 25 persone.

 Si intendono tariffe a notte.

Bambini di età inferiore a 3 anni o compiuti o da compiere nell’anno : GRATIS

In caso di gruppi non numerosi, o comunque di posti restanti liberi, la Diocesi di Livorno è libera di offrire ospitalità a più gruppi in contemporanea, concordando con i responsabili dei gruppi le modalità di gestione.

A queste tariffe va aggiunta la somma di € 250 per le pulizie della struttura, che verrà effettuato comunque al termine del soggiorno da personale esterno. Per i gruppi sotto le 20 persone la somma scende a € 150

Appartamento Val Gares

È possibile affittare anche un appartamento che può ospitare fino a 5 persone secondo le quote individuali già indicate e secondo le stesse regole della Casa Santa Giulia.

 

La casa è data esclusivamente in autogestione, camere e cucina compresa.

La struttura è coperta da polizza multi rischi.

Vive delle offerte dei fedeli raccolte in Chiesa quale forma di rimborso spese.

Il costo totale del soggiorno contribuisce al rimborso delle utenze, al mantenimento e alla manutenzione ordinaria della struttura.

Non contribuisce a nessuna spesa di personale, in quanto le attività di gestione e di manutenzione sono a base volontaria e gratuita.

Biancheria da letto e da bagno sono esclusi.

è obbligatorio l’utilizzo minimo di federa per cuscino + lenzuolo coprimaterasso anche per coloro che intendono utilizzare il sacco a pelo.

è possibile noleggiare la biancheria da letto e da bagno presso la struttura al costo di € 3/00 a notte.

Con l’autogestione il gruppo ha il compito di provvedere alla cucina, all’acquisto delle vivande, fare le pulizie della casa e il rifacimento del proprio letto.

è obbligatoria la RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI.

Al momento della partenza viene richiesto al gruppo di lasciare la casa pulita e in ordine.

 

ACCONTI: 

    • 1° acconto di € 250/00 (per gruppi <25 partecipanti) o € 500/00 (per gruppi >25 partecipanti) entro 10 gg. dalla prenotazione della struttura.

Per i gruppi della diocesi di Livorno, l’acconto è di € 100/00, da versare in portineria del vescovado.

Il mancato versamento della cauzione rende nulla la prenotazione.

La sola prenotazione non dà alcun diritto di prelazione sulla Casa.

Il 30% del totale entro 30 giorni dalla partenza.

SALDO delle quote entro 3 giorni dalla partenza.

 Con il versamento del saldo verrà consegnato il voucher del soggiorno, ovvero il titolo per poter accedere alla struttura

Il gruppo ha diritto di recedere dalla prenotazione entro 3 mesi dalla data di inizio soggiorno.

In caso di cancellazione della prenotazione nel periodo di 90 gg. dalla data di inizio soggiorno, verrà trattenuta la quota di acconto versato al momento della prenotazione.

 

CAUZIONE:

Entro 10 giorni dalla partenza, deve essere versata la quota di € 500/00 come cauzione. Al termine del soggiorno la quota verrà restituita in seguito al sopralluogo del gestore responsabile. Qualora da detto sopralluogo risultassero danni lievi o disordine nei locali, la caparra verrà trattenuta.

In caso di danni consistenti, l’ente ecclesiale che ha chiesto la casa è impegnato a rifondere per intero il danno o le spese di riparazione.

 

SOGGETTI CHE POSSONO SOGGIORNARE:

Sono ammessi nel Centro Pastorale “Santa Giulia” tutti i soggetti ecclesiali diocesani e di altre Chiese particolari purché promuovano esplicite iniziative di formazione cristiana e/o di spiritualità. L’accettazione della richiesta è a discrezione insindacabile della Direzione della medesima.

Non può essere data la struttura a realtà non ecclesiali.

 

INIZIATIVE RESIDENZIALI PROMOSSE DALLA DIOCESI DI LIVORNO

La Diocesi di Livorno può offrire soggiorni comprensivi del servizio cucina e tavoli nonché del servizio camere (biancheria, asciugamani, pulizia giornaliera).

Le CAMERE sono tutte con BAGNO PRIVATO

Le camere sono prevalentemente da 2 e 3 posti letto. Sono a disposizione anche due camere singole e quattro camere familiari (due stanze con bagno in comune) da 4 posti.

Al piano terra due camere doppie per portatori di handicap.

In totale la disponibilità è per 23 camere.

 

Nel voucher consegnato alla partenza saranno indicate le camere riservate al gruppo. Non saranno ammesse modifiche autonome all’assegnazione delle camere.

 

DURATA DEL SOGGIORNO:

La disponibilità della struttura è di norma prevista dalle ore 14:00 del primo giorno (arrivo) e riconsegnata entro le ore 10:00 dell’ultimo giorno (partenza). Eventuali modifiche di impostazione di inizio e fine soggiorno dovranno essere concordate con l’organizzazione.

 

DANNI:

Il Capogruppo ha la responsabilità nel salvaguardare del corretto utilizzo della casa e delle sue attrezzature. In caso di danni sono questi da riferire immediatamente al gestore e saranno da pagare direttamente con lui. Al fine di evitare malintesi si consiglia di verificare le disposizioni della casa assieme al gestore sia all’arrivo che alla partenza. In caso di mancanze all’arrivo devono essere queste fatte presente subito al gestore.

NON è consentito lo spostamento dei mobili.

 

DIVIETO DI FUMARE:

vige all’interno di tutta la struttura

 

RIPOSO NOTTURNO:

al di fuori della struttura con inizio dalle ore 22:00.

all’interno della casa dalle ore 23:30 (si prega di contenere il chiasso eccessivo anche nelle altre ore)

 

ANIMALI DOMESTICI:

NON consentiti

 

REGOLE PER IL PERSONALE DELLA CUCINA:

PIANO HACCP: si richiede che coloro che si occupano della preparazione, somministrazione e conservazione degli alimenti siano a conoscenza di tutte le procedure previste dalle norme HACCP e che hanno conseguito l’attestato di partecipazione al corso delle procedure previste.

Si declina ogni responsabilità nei confronti delle autorità in caso di inadempienza.

 

NORME DI COMPORTAMENTO:

    1. L’ospite è tenuto al rispetto del decoro della casa, alla conservazione degli arredi messi a disposizione, delle suppellettili e a non saltare su letti e pavimenti.
    2. La direzione non risponde dei valori lasciati incustoditi nelle camere o negli altri ambienti della casa.
    3. L’ospite deve evitare rumori che possano rompere la serena convivenza, particolarmente nelle ore notturne.
    4. E’ vietato il nudismo e il topless nei prati e negli ambienti comuni della struttura stessa.
    5. Non possono essere introdotte nella casa persone estranee alla lista consegnata all’atto della registrazione.
    6. Le camere vengono assegnate dalla direzione al momento della partenza, in base alla tipologia e alla capienza, con riferimento delle richieste del gruppo, e sono indicate nel voucher. Non sono ammesse modifiche a tali assegnazioni, non è ammessa l’occupazione di camere non assegnate al gruppo.
    7. I letti e gli arredamenti non vanno spostati, salvo preciso accordo con la direzione e con l’obbligo di rimetterli nello stato precedente.
    8. Il responsabile del gruppo dovrà assicurarsi che i minori rispettino la quiete pubblica entro i limiti dati.
    9. Qualora si impieghino strumenti musicali per le animazioni in casa (orario limite 23.30) è obbligatorio tenere i volumi moderati sia nelle ore pomeridiane che serali.
    10. Non sono ammessi impianti di amplificazione sonora.
    11. È vietato fare giochi serali e notturni in mezzo alle case dell’abitato di Canale d’Agordo.
    12. È consigliato anche un clima di rispetto nella fascia oraria del riposo pomeridiano (13:00-15:00).
    13. Nelle camere è vietato: fumare, usare fornelli, stufette, bollitori, ferri da stiro, ecc.
    14. Ogni gruppo deve provvedere ad avere tutto l’occorrente per la celebrazione della S. Messa.
    15. Ogni turno di permanenza dovrà avere la presenza costante di un CAPOGRUPPO RESPONSABILE ADULTO, indicato all’atto della stipula della convenzione.
    16. Il responsabile deve fornire complete generalità e la lista dei componenti il suo gruppo.
    17. Il CAPOGRUPPO è tenuto a vigilare sul rispetto del presente regolamento e delle strutture e arredi. In caso di convivenza di più gruppi, dovrà accordarsi per il proficuo e ordinato uso delle strutture comuni (cappella, cortile/prato).
    18. In caso di malfunzionamento o di guasti ad apparecchiature o impianti tecnici, il responsabile del gruppo è tenuto ad avvisare la direzione o l’incaricato in loco al verificarsi di un guasto.
    19. Non è ammesso l’uso degli estintori antincendio o staccare i sigilli, se non per effettiva necessità.
    20. È vietato fare fuochi e falò all’aperto.
    21. La direzione si riserva il diritto di allontanare e/o non accogliere ulteriormente le persone che non rispettano il regolamento e la comune buona educazione.

 

Indirizzo:

via G. Xaiz, 15
32020 – Canale d’Agordo (BL)

(per cercare su internet posizione e foto, l’attuale denominazione della struttura è Hotel ValGarès)

 

informazioni e prenotazioni:

Martina Bongini

tel:      0586/276249

e-mail: edomei@livorno.chiesacattolica.it

 

 

Canale d’Agordo

 Canale d’Agordo (976 m) è un caratteristico paese di montagna delle Dolomiti, Patrimonio Naturale dell’Umanità UNESCO; porta d’ingresso all’incontaminata ed incantevole Valle di Gares, è punto di partenza per escursioni e passeggiate, e luogo ideale per rilassanti pic-nic immersi nella natura.

Un tempo centro economico per l’intera Valle del Biois, grazie all’attività estrattiva delle miniere di Gares e dei suoi forni fusori, operativi fino al 1748, Canale d’Agordo ha voluto conservare la sua semplicità e unicità pur avendo dato i natali ad Albino Luciani, ovvero Giovanni Paolo I, il “Papa del Sorriso”, diventando così meta ogni anno di migliaia di pellegrini in visita alla sua casa natale o al museo a lui dedicato.

 La strada che congiunge Canale al caratteristico villaggio di Garès e all’omonima valle, una spettacolare perla naturale, conduce a piste di fondo o all’inizio dei sentieri per le cascate delle Comelle, per la Malga Stia, per il rifugio Mulaz o le Pale di San Martino. Tutte località raggiungibili a piedi fin dalla casa.

Dal Centro Pastorale “Santa Giulia” si può raggiungere anche il lago di Alleghe distante meno di 13 km, dove partono le piste da sci del comprensorio del Monte Civetta o splendide passeggiate estive.

La casa è servita da un eccellente servizio invernale di skibus di Dolomiti Bus che permette agli ospiti di raggiungere le piste di Falcade (a 6 km) in pochi minuti d’autobus. Il parco di Falcade è raggiungibile anche a piedi grazie alla Via Crucis immersa nel bosco dedicata a Papa Luciani.

Il Passo del San Pellegrino (1918 metri s.l.m.) con i suoi sentieri e le sue piste da sci, dista 15 km dalla casa. Una volta raggiunto si può proseguire per la vicina Val di Fassa in pochi minuti, o in alternativa per il Passo Rolle e San Martino di Castrozza.

 

Come raggiungere la casa:

    1. Fi-Pi-Li direzione Firenze
    2. A Scandicci prendere l’autostrada A1 direzione Bologna
    3. Autostrada A14 direzione Ancona-Padova
    4. Autostrada A13 direzione Padova
    5. Autostrada A4 direzione Venezia
    6. Autostrada A27 direzione Treviso-Vittorio Veneto-Belluno
    7. passata la barriera di Belluno, continuare sulla A27 fino al termine dell’autostrada (non uscire a Belluno, ma dopo la galleria proseguire diritti)
    8. prendere SS51 Alemagna direzione Ponte nelle Alpi-Belluno
    9. dopo 3 km, alla rotonda prendere la 1° a destra -direzione Belluno-Agordo
    10. oltrepassato il ponte degli alpini, alla rotonda svoltare a destra direzione Agordo
    11. prendere la SR 203
    12. oltrepassato Agordo, a Cencenighe svoltare a sinistra direzione Val di Fassa – Passo San Pellegrino – Falcade – Canale d’Agordo
    13. Entrati in Canale d’Agordo, superata la piazza proseguire sulla via principale direzione Val Garès
    14. il Centro Pastorale Santa Giulia si trova sulla destra

 

Totale circa 460 km

Il pullman GT può arrivare fino dentro il parcheggio della casa.

Il costo di un pullman GT si aggira intorno ai € 1400 a tratta.

Per i gruppi interessati al noleggio di pulmini 9 posti, alcune aziende di noleggio si sono offerte per proporre tariffe giornaliere più contenute rispetto al prezzo di mercato.

 

Possibilità nei dintorni:

Percorso spirituale attraverso i luoghi di Papa Giovanni Paolo I

    • – visita al Museo: il percorso museale, multimediale, si snoda su quattro piani e, partendo dal territorio, racconta l’avventura umana di Albino Luciani.
    • – visita alla casa natale: i locali visitabili comprendono la stua dove Luciani nacque il 17 ottobre 1912, la cucina, le camere da letto e altre camere

per informazioni, orari e prezzi: Fondazione Papa Luciani ONLUS  tel. 0437.1948001 – info@fondazionepapaluciani.com – www.musal.it

    • – Chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista, dove è stato battezzato, e dove ha visto maturare la sua vocazione sacerdotale.
    • – Chiesa di San Simon a Vallada, monumento nazionale, documentata già dal 1185. In questa chiesa, nel limitrofo paese di Vallada Agordina, Albino Luciani andava fin da bambino, e vi prestò servizio come vice-parroco di Canale d’Agordo nell 1935.
    • – La Via Crucis: il percorso della Via Crucis dedicata a papa Luciani è una passeggiata nel bosco di circa 2 chilometri con partenza dalla piazza centrale del paese (la prima stazione è davanti la canonica). Si compone di 15 stazioni con formelle dell’artista Murer disposte lungo la via Cavallera che fiancheggia il torrente Biois in direzione di Falcade.

 

VAL Garès

Canale d’Agordo è inserito nella Val Garès.

Proseguendo la strada che ha condotto alla casa, si arriva, dopo circa 6,5 km, al villaggio di Garès, e proseguendo ulteriormente per 700 metri, si arriva al rifugio Capanna “Cima Comelle” (1333 m s.l.m.), con ampio parcheggio, prati e inizio del sentiero che porta alle cascate di Garès, distanti, la cascata bassa pochi minuti, la cascata alta qualche decina di minuti (sentiero CAI n.704); numerosi gradini di legno coi relativi corrimano aiutano a superare i tratti più scoscesi e a guadagnare quota.

In inverno si pratica lo sci di fondo.

In alternativa alla strada asfaltata che dalla casa porta a Garès, è possibile – e più suggestivo – giungere a piedi fino al rifugio Cima Comelle tramite la ciclabile sterrata che corre parallela. Vari sono gli ingressi dalla strada, il consigliato è: dalla casa scendere poche decine di metri verso Canale, al bivio prendere a destra (via Sommavilla) e di nuovo a destra (via Prade). Oltrepassata la Casa Alpina Sacro Cuore, dopo pochi metri si entra nel sentiero [consigliato per tutti i gruppi]. (2 h fino al rif. Cima Comelle).

Dal villaggio di Garès si può salire alla Malga Stìa (1785 m s.l.m.) per una strada sterrata (circa 1h 30’) [adatto a tutti].

    • – Forcella Stia (2190 m): da Malga Stia si segue il sentiero CAI 752 che in circa 1 ora di cammino porta alla forcella, da cui si gode un suggestivo panorama verso il Focobon e il Mulaz [percorso impegnativo, adatto a gruppi di giovani e adulti].
    • – Rifugio Volpi di Mulaz (2571 m): da Malga Stia, seguendo il sentiero CAI 752, si arriva Forcella Stia, da dove si prosegue per il sentiero CAI 722 con un saliscendi fino al Rifugio Volpi di Mulaz (2571 m) in circa 3 ore di cammino [percorso impegnativo, adatto a gruppi di giovani e adulti].

 

FALCADE

Falcade è il centro abitato più grande della Valle del Biois. Il paese sorge in una conca soleggiata ad un’altitudine di 1100 m s.l.m. (circa 100 metri sopra Canale d’Agordo), circondato da alcune tra le più belle vette dolomitiche: il gruppo del Focobon, le Pale di S. Martino, il Civetta.

Nel paese, lungo il torrente Biois, c’è un grandissimo parco, un prato per giocare con bar, gelaterie, , laghetto e giochi. Dista circa 4 chilometri dal Centro Pastorale Santa Giulia, ed è raggiungibile in auto, lungo la strada provinciale, o a piedi, attraverso la via Cavallera, che da Canale raggiunge Falcade passando per il bosco, lungo il torrente, proseguendo il percorso della Via Crucis [adatto a tutti].

Da Falcade partono gli impianti sciistici per raggiungere Col Margherita (2508 m s.l.m.) e il comprensorio sciistico del San Pellegrino. Per raggiungere la partenza degli impianti, arrivare alla chiesa parrocchiale San Sebastiano di Falcade e svoltare a destra (ci sono le indicazioni) località Molino. Alla base degli impianti c’è la possibilità di noleggiare l’attrezzatura per lo sci:

Noleggio Sci Rent and Go Falcade

p.zza Molino, 10 – Le Buse – Falcade – tel. 0437.599798 – www.rentandgo.it

Dal Centro Pastorale Santa Giulia, davanti la casa, nel periodo invernale di apertura degli impianti c’è la fermata dello Skibus (gratuito) che porta proprio alla cabinovia Falcade-Col Margherita.

Il Passo del San Pellegrino (1907 m s.l.m.), che porta in Val di Fassa, dista 14 km dalla casa, raggiungibile in auto in circa 20 minuti.

L’escursione consigliata per i gruppi (anche di bambini e ragazzi) è per il Rifugio Fuciade (1971 m s.l.m.). Dal Fuciade è possibile tornare indietro completando un anello (sentiero CAI n.670-694 fino rifugio Flora Alpina) e rientrare nuovamente sulla provinciale a poche centinaia di metri dal passo (all’altezza della patenza della funivia del Col Margherita).

 

Lago di Alleghe ed Alleghe – Monte CIVETTA

Alleghe è un grazioso paesino di montagna inserito in un contesto naturale unico e straordinario in riva all’omonimo lago ed ai piedi del maestoso Monte Civetta. Siamo a 1000 m s.l.m.

Alleghe dista dalla casa circa 12 chilometri: usciti da Canale, prendere la Provinciale direzione Belluno. A Cencenighe (5 km) svoltare a sinistra per circa 7 km.

In centro ad Alleghe, oltre a negozi e bar, c’è la possibilità di fare pattinaggio sul ghiaccio nello Stadio del Ghiaccio “Alvise de Toni” dell’Alleghe Hockey:

per informazioni, prezzi ed orari:

tel. 0437.523176 – segreteria@alleghehockey.com –  www.alleghehockey.com

Di fronte allo Stadio del Ghiaccio (ampio parcheggio) la partenza degli impianti sciistici del Monte Civetta.

Il primo tratto di impianti porta ai Piani di Pezzè (1450 m s.l.m.) dove parte il comprensorio sciistico del Civetta ed è raggiungibile anche in auto (si suggerisce solo in estate, vista la strada stretta e in salita, spesso con rischio ghiaccio) dal centro di Alleghe: passata la piazzetta, sulla destra, subito dopo pochi metri, parte una strada in salita (attenzione, è poco visibile).

Dai Piani di Pezzè partono i sentieri del monte Civetta, per raggiungere

  • – il rifugio Sonino al Coldai (2132m s.l.m.) – adatto a giovani ed adulti, circa 3 ore di cammino tappa intermedia: Malga Pioda (1816 m s.l.m.) – 1 ora abbondante di cammino [forte dislivello, adatto per difficoltà anche a ragazzi] – il tratto successivo per il rifugio Sonino è più impegnativo
  • – il lago Coldai (2143m s.l.m.) – dal rifugio circa 20 minuti
  • – il rifugio Tissi (2250m s.l.m.) – dal rifugio Sonino ulteriori 2 ore di cammino

Restando ai Piani di Pezzè, un grande prato [adatto per tutti – anche famiglie] per giochi, con bar, spazi attrezzati per pic-nic compresi di barbecue, cappella e Parco Avventura

Per informazioni, prezzi ed orari:

Civetta Adventure Park – tel. 0437.1956438 – www.civettaadventurepark.com

 

Serrai di Sottoguda

Dopo Alleghe, proseguire per Caprile – Rocca Pietore – Sottoguda.

Tra Sottoguda e Malga Ciapela, ai piedi della Marmolada, si trovano i Serrai di Sottoguda che costituiscono uno degli scenari paesaggistici più suggestivi della zona dolomitica. Situati ai piedi della Marmolada, si configurano come uno stretto canyon scavato nella roccia dal lento lavorio del torrente Pettorina.

Il canyon vanta circa due km di lunghezza che si snodano tra le pareti di roccia alte centinaia di metri e dalle quali scendono suggestive cascate che, d’inverno, si trasformano in una palestra di ghiaccio.

Durante l’estate l’ingresso al canyon è gestito con un apposito biglietto di ingresso per pedoni e bici.

Parcheggio a Sottoguda. [adatto per tutti, anche per famiglie con passeggini]

Per informazioni, prezzi ed orari:

Località Sottoguda, 33 – Rocca Pietore

tel. 0437.722277 – info@marmolada.com – www.marmolada.com

 

Altre escursioni/itinerari/proposte (con distanze tra 30 minuti d’auto e un’ora):

  • – Rifugio Averau (2416 m s.l.m.) – Nuvolau (2574 m s.l.m.): sulla strada del Passo Giau, dal rifugio Fedare (2000 m s.l.m.) lasciare l’auto e prendere il sentiero CAI n. 464. In alternativa è raggiungibile anche in seggiovia. Si può proseguire per il Rif. Nuvolau in circa 30 minuti (sentiero n. 439). [adatto anche per ragazzi, molto suggestivo per il panorama dal Nuvolau]
  • – Un’ottima base per escursioni estive (Museo all’aperto delle Cinque Torri: percorsi lungo i camminamenti, le trincee difensive, le postazioni e gli osservatori della Grande Guerra), arrampicate sulle vicine pareti delle Cinque Torri, Averàu e Nuvolàu e sciate lungo il percorso Dolomiti Superski della Grande guerra. [percorso impegnativo, adatto a gruppi di giovani e adulti].
  • – Tre Cime di Lavaredo: il simbolo delle Dolomiti in Alto Adige. Raggiunta Cortina tramite il Passo Giau o il passo del Falzarego, proseguire per il Passo Tre Croci, superarlo e raggiungere il Lago di Misurina. Dal lago si imbocca la strada SS48 e si sale per 7 km (strada a pagamento) e si prosegue fino al parcheggio del Rifugio Auronzo (2320 m s.l.m.). Lasciato il parcheggio, molto bello e suggestivo l’anello delle Tre Cime passando per il rifugio Lavaredo (2344 m s.l.m.) e per il rifugio Locatelli (2450 m s.l.m.) [9,5 km di sentieri – 3 h] – adatto a tutti i gruppi, ma impegnativo.
  • – Rifugio Vandelli (1926 m s.l.m.) e lago del Sorapiss: raggiungere Cortina, poi dal Passo Tre Croci (1805 m s.l.m.) nei pressi della Cappella sul Passo, prendere il sentiero n. 215 (circa 1.45 – 2.00 h). Dal rifugio, a pochi minuti, il lago Sorapiss, dall’incredibile colorazione con una fantastica luce verde-acqua dalla “corposa” densità, dominato dal Dito di Dio (m.2603) [percorso impegnativo, adatto a gruppi di giovani e adulti].
  • – Parco Avventura a Cortina d’Ampezzo, tra i più grandi d’Italia, con percorsi per ragazzi e adulti e percorsi per bambini.

Per informazioni, prezzi ed orari:

Cortina Adrenalin Center s.r.l. – Loc. Ronco, cabina “S” – 32043 Cortina d’Ampezzo

tel. 335.8155177 – cortina@adrenalincenter.it

  • – Passo Rolle e giro del “Cristo pensante”. Prendere la provinciale del Passo San Pellegrino, deviare a sinistra dopo pochi tornanti – direzione Passo Valles. Proseguire fino al bivio peri il Passo Rolle e raggiungerlo (1984 m s.l.m.)

Lasciati i mezzi nell’ampio parcheggio sterrato, salire verso Baita Segantini (2170 m s.l.m.) [45 minuti – adatto a tutti] che offre un eccezionale belvedere sulle Pale di San Martino e sul “piccolo Cervino”, passando per il rifugio “Capanna Cervino”, dopo appena 15-20 minuti di cammino. Da Baita Segantini è possibile fare l’anello del “Cristo pensante”, che da Baita Segantini riporta a Capanna Cervino. Due sono i punti notevoli, l’angusta cima vera e propria (m.2333), dove si trova una piccola Croce di legno e il più vasto terrazzo con la grande Croce di ferro e la famosa statua del Cristo Pensante [percorso impegnativo, adatto a gruppi di giovani e adulti].

Oltre a quanto segnalato, ci sono tantissime altre possibilità, escursioni, itinerari.

DOWNLOAD TARIFFE E REGOLAMENTO